AUGURI a Giulio Mozzi

Auguri a Giulio Mozzi che oggi compie 53 anni. Giulio Mozzi, Bibliografia Privato di tensione a pubblicare pativa male naturale vendere L’ultimo dal carro è stato a scendere Perdendosi nel tempo a raccontare Egli si va, sentendosi laudare Il poeta ansioso questua d’apprendere Del cui talento non si fa sorprendere Questo è giardino dove coltivare Verso scarno persegue concisione Per indicar felicità terrena Corpo morto, vivo da esibire Tanti modi per scrivere per dire Così dell’autore cerca la vena Non corso di scrittura e narrazione  

3 commenti a “AUGURI a Giulio Mozzi

  1.    Ciao Paolo. Ti ringrazio per gli auguri,
    ma del sonetto stento a ringraziare:
    un gioco è un gioco, ma può più allietare
    se Metrica rispetti e non sfiguri
       Puoi fare rime strane, versi impuri,
    miscele di parole oscene o rare,
    pasticci e imitazioni, parodiare
    i sommi, fare effetti arcani e oscuri:
       ma l’endecasillabica andatura
    resti pur sempre il saldo basamento
    su cui si regge tutto il casamento:
       non sia il sonetto tuo un’impalcatura
    tremante e barcollante ad ogni vento:
    ché leggerlo, se no, quasi è tormento.
       Ciò detto, però: grazie;
    non sol di profezie, ma anche d’inezie
    è fatta la poesia (ne son le spezie).

  2. Un triste falansterio traballante,
    credevo d’innalzare un monumento.
    Via! D’endecasillabo il tormento,
    resto sotto maceria soffocante.
    Goffo l’inciampo d’ogni principiante,
    i sommi d’imitar neppure tento
    così privo il poeta di talento
    a innalzarlo non basta il sommo Dante.
    Mi arrovello e attardo in esercizio,
    di certo non mi metto a far tenzone
    con chi da sempre è uso d’insegnare.
    Al massimo m’azzardo frequentare
    nella sua bottega da garzone,
    il lupo perde il pelo, non lo sfizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *